Anonima Gidierre n. 100

Anonima Gidierre n°100 - Dicembre 2018 Ci avete chiesto notizie in proposito molte volte negli ultimi mesi, l’avete atteso più di Diablo IV, più delle nuove stagioni de Il Trono di Spade e di Stranger Things, ed evocato a viva voce come il pubblico in sala di OK, il prezzo è giusto! alla prova finale, ma finalmente ecco a tutti voi, nostri amici e lettori, il sospiratissimo numero 100 della serie regolare di Anonima Gidierre!

Purtroppo, le nuove tempistiche che caratterizzano le nostre vite, principale causa della necessaria rinuncia alla consueta passata periodicità della webzine, non ci hanno consentito di proporvi questa nuova, epocale, fatica prima di otto mesi dall’uscita del numero 99 (davvero un lunghissimo periodo temporale, se pensiamo che fino alla scorso anno riuscivamo a rilasciare una nuova pubblicazione ogni tre mesi…). Alla fine, però, nonostante la lunga attesa, di cui chiediamo umilmente perdono, siamo riusciti, come promesso, a confezionare questo attesissimo centesimo numero: una piccola gemma luccicante che dedichiamo, a mo’ di presente natalizio fuori tempo massimo, sia a tutti i nostri pazienti lettori che a tutti gli amici e compagni di viaggio che ci hanno sostenuto, consigliato e aiutato nel lungo cammino che ci ha condotti fino a qui. A tutti loro rivolgiamo i nostri più sentiti ringraziamenti.

Però un numero 100 non è un numero 100 senza una copertina strafiga, e neanche questa nostra pietra miliare può sfuggire alla regola, come dimostra l’iconica supercopertina che vedete effigiata (in piccolo) qui sopra, opera del nostro nuovo bravissimo e preparatissimo collaboratore Andrea Alemanno.

Ma ogni centesimo numero che si rispetti deve essere speciale soprattutto nel contenuto, e anche a questo proposito non ci siamo fatti trovare impreparati. Tuttavia, invece di proporre un articolo autocelebrativo che parlasse solo della nostra storia, abbiamo preferito dedicare uno spazio significativo della rivista alla rievocazione della realtà ludica nella quale Anonima Gidierre affonda le sue radici, ed in particolare alla riscoperta delle fanzine ruolistiche attive tra la fine degli anni ’80 ed i primi anni ’90, il periodo in cui la nostra amata ‘zine è stata concepita: una scena animata da un’autentica e avanguardistica passione raccontata attraverso le preziose testimonianze di alcuni conosciuti pionieri quali Francesco Casu, Piermaria Maraziti, Patrizia Vadalà, Alberto Panicucci, Roberto Gigli, Roberto Di Meglio e Ciro Alessandro Sacco, tra i primi in Italia a mettere in pratica, in un’epoca ancora ignara delle potenzialità di internet, strumenti per condividere a livello nazionale le proprie esperienze, visioni, creazioni, idee sul gioco di ruolo.

Ecco gli articoli che potrete leggere sul numero 100:
Quando gli animali parlavano (racconto fantastico secondo classificato al XXIII Trofeo RiLL);
Viaggio a Atlantide (avventura per il GdR Lex Arcana);
Quelli belli come noi (reportage sulle prime fanzine GdR italiane attraverso la testimonianza di alcuni storici fanzinari);
Spiriti del Crepuscolo (intervista ad Elia Rampi, autore del nuovo progetto basato sul sistema Destino Oscuro)
Dungeons & Dragons V Edizione Starter Set (recensione dell’edizione italiana del set introduttivo a D&D5);
– Bando della XXV Edizione del Trofeo Rill.

Il numero 100 è scaricabile nel consueto formato PDF da qui -> AGdR_100 (362)

Buona lettura, buon gioco e buone feste!

Un pensiero riguardo “Anonima Gidierre n. 100”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Immagine CAPTCHA

*