Anonima Gidierre n. 98

Anonima Gidierre n°98 - Ottobre/Dicembre 2017 Pur con un ritardo clamoroso e ingiustificabile sulla consueta tabella di marcia, di cui chiediamo umilmente venia, siamo finalmente in grado di proporvi, appena in tempo per onorare l’edizione 2017 di Lucca Comics&Games, il numero 98 della serie regolare di Anonima Gidierre, un’inedita primizia autunnale che, ne siamo certi, nel cuore dei nostri affezionati lettori rivaleggerà con l’attesissima pubblicazione dei primi manuali tradotti in italiano di Dungeons&Dragons V Edizione.

Anche questo nuovissimo numero autunnale propone una ricca panoplia di appetitosi contenuti ludici, avventure, nuove regole, racconti e recensioni, tra cui segnaliamo in particolare un’avventura per il sempre valido Lex Arcana e due approfondite espansioni regolamentari, una per Il Richiamo di Cthulhu e l’altra per FATE.

Scendendo più nel dettaglio, nel numero 98 potrete leggere i seguenti articoli:
La transazione del secolo (racconto fantastico quarto classificato al XXII Trofeo RiLL);
La minaccia dell’Atlante (avventura per il GdR Lex Arcana);
Libri proibiti (nuovi pseudobiblia per giocare al GdR de Il Richiamo di Cthulhu);
Arcani del Destino (linee guida e nuove regole per giocare in ambientazioni fantasy con il GdR FATE);
New Angeles, o il consiglio comunale del futuro (recensione del recente boardgame semi-cooperativo di James Kniffen);
– Bando della XXIV Edizione del Trofeo Rill.

Il numero è scaricabile nel consueto formato PDF da qui -> AGdR_98 (200)

Buona lettura e buon gioco!

Worlds of Empyrea – Intervista al creatore, l’imperituro Frank Mentzer

Frank MentzerPassano gli anni ma certe persone non perdono mai il vizio. Se poi questo vizio è quello di creare mondi dove ambientare nuove storie, ben venga!
In occasione del lancio della campagna Kickstarter della sua “nuova” ambientazione, abbiamo avuto la possibilità di rivolgere alcune domande a Frank Mentzer, autore dell’opera.

Logo del progetto Worlds of EmpyreaPer chi non lo sapesse, il suo progetto Worlds of Empyrea si propone di dare alle stampe la descrizione del continente Empyrea, una parte sconosciuta del mondo di Greyhawk.
Sarà una sorta di spin-off della più famosa ambientazione, in cui si fa riferimento al continente di Empyrea nel modulo d’avventura Egg of the Phoenix, scritto proprio da Mentzer con l’aiuto di Paul Jaquays nel 1987.

Iniziamo con una domanda semplice ma che desta la maggior curiosità: puoi darci alcuni dettagli su questa nuova ambientazione? Sappiamo che si tratta di fantasy con una piccola influenza di fantascienza.

Empyrea è un regno medievale che usa la magia al posto della tecnologia… un regno fiorente, prospero, che sta crescendo verso un grande potere politico ed economico. Si troverà a fronteggiare sfide e minacce alla sua stessa esistenza (di Empyrea), al centro di un Problema su scala galattica, una storia epica di Uomo & Tecnologia VS Dei & Magia.

Come è nato questo progetto? Cosa ha scaturito il bisogno di imbarcarsi in questa nuova impresa?

Il Progetto nel suo complesso è iniziato in forma ridotta, poiché volevo semplicemente pubblicare la mia vecchia campagna. Quando invitai un po’ di vecchi amici a contribuire, le loro risposte positive mi aiutarono ad indirizzare la susseguente crescita, ad operare una completa riconcettualizzazione ed il progetto attuale per un lancio globale della migliore qualità.
Adesso sono coinvolte dozzine di persone.
E’ stata pianificata una linea di prodotti di supporto che include espansioni (come i City Books) e avventure, oltre che dadi, abbigliamento ed altro.

Per quello che ne sappiamo, l’ambientazione originale di Empyrea è di circa 40 anni fa: il progetto che vedrà la luce sarà simile all’idea originale o questa è stata influenzata dai cambiamenti del fantasy nei giochi di ruolo in tutti questi anni?

40 anni ci hanno insegnato molto per quanto riguarda procedure e meccaniche, ma sembra che stiamo affrontando una sfida tra il “di più” verso il “di meno”, verosimiglianza contro velocità. Per noi questo è sempre stato così, ma per 16 anni abbiamo avuto un sacco di nuove regole e poche nuove ambientazioni. Empyrea conserva il sapore delle proprie origini ed enfatizza gli obiettivi classici della storia e la ricchezza di dettagli a discapito di una complessità delle meccaniche.
Ne stiamo pianificando l’utilizzo per 10 diversi sistemi di gioco e ne stiamo aggiungendo altri.

Empyrea è una parte di un’ambientazione già esistente, Greyhawk: credi che attraverso la pubblicazione di Empyrea nuovi fans saranno stimolati a cercare notizie sui moduli dell’ambientazione di Greyhawk stessa?

Benché il continente sia sullo stesso pianeta, non usiamo dettagli brevettati provenienti da altri prodotti o ditte. La storia di un continente differisce di gran lunga dalla storia dell’altro, ed Empyrea non fa propriamente parte, di per sé stessa, dell’ambientazione Greyhawk™ della WotC.
Empyrea non condivide similarità ed è una nuova visione… ma è comunque una visione che Gary Gygax approvò in maniera specifica.

Abbiamo letto che vorresti che i fans di tutto il mondo contribuissero alla crescita di Empyrea, attraverso una community online dedicata: i prodotti relativi alla linea editoriale di Empyrea, invece, saranno forse tradotti nelle varie lingue, magari sulla base della nazionalità dei membri più attivi della community?

Questo è sicuramente possibile. Sebbene molti giochi americani siano conosciuti in tutto il mondo, la mia “Scatola Rossa” di D&D ha venduto decine di milioni di copie in 13 lingue diverse oltre all’inglese e la versione italiana è stata un punto fondamentale. Stiamo aprendo al dialogo in maniera attiva con questi fans. Giocano occasionalmente, essendo ormai adulti che svolgono diversi tipi di lavori, ma le esperienze vivono nelle loro anime e stanno introducendo i loro figli al gioco, spesso usando la Scatola Rossa per farlo.

Dalle notizie che abbiamo, sappiamo che al progetto lavoreranno artisti del calibro di Elmore, Caldwell e Holloway: queste collaborazioni serviranno per dare un’impostazione grafica “vecchio stile” al prodotto?

Disegno tratto da Worlds of EmpyreaCertamente!
Comunque, il mio vecchio amico Jim Holloway non potrà contribuire per vari motivi (principalmente perché non si è dedicato alla carriera artistica per molti anni). Ho invitato quasi tutti gli artisti della TSR anni ’80 che conosco, così come diversi scrittori dello stesso periodo. La “TSR Reunion” che ne è risultata dovrebbe produrre qualcosa di unico, diverso da qualsiasi altra cosa degli ultimi tre decenni. Stiamo tutti cercando di costruire l’ampia struttura che potrà supportare tali reali talenti Leggendari.

Grazie signor Mentzer per il tempo dedicatoci.
Vuole aggiungere qualcosa a questa piacevole chiacchierata?

Il progetto centrale è troppo grande. Copre l’arco della storia umana… in effetti, di tutta l’esistenza.
Potremmo spiegare la “Guida Galattica per Autostoppisti”, “Il Trono di Spade”, “Wonder Woman” e “Flash Gordon” all’interno della linea storia galattica (ovviamente non possiamo farlo, ma solo per motivi di spazio e legali).
Quindi la nostra storia si concentrerà su un Tempo ed un Luogo in particolare, il culmine del Reame di Empyrea e sbirceremo tutti quei mondi mentre la storia di dipana. Al di fuori del pianeta ci sono navi spaziali, alieni e un’altra storia che copre centinaia di anni… ma è tutto background. Qui usano la magia al posto della tecnologia. Qui ci concentriamo sui pericoli crescenti di Empyrea e, verso il termine del Set 1, ne vedremo di sfuggita il Destino e il Futuro, tutto determinato dai giocatori!

Che dire, non resta che monitorare Kickstarter in attesa del raggiungimento della quota prefissata.
In bocca al lupo!

Intervista de L’Avatar del dio Aglio tradotta da Metal Minù

Anonima Gidierre n°97

Anonima Gidierre n°97 - Luglio/Settembre 2017 Per la questura la colpa del nostro ritardo editoriale é da attribuirsi al caldo estivo, alle interminabili code in autstrada dei fine settimana e ai condizionatori che non funzionano come dovrebbero; per gli organizzatori invece si tratta dei soliti problemi della vita di tutti i giorni che, per forza di cose, devono passare avanti a tutto e a tutti, soprattutto alle passioni come Anonima Gidierre che devono accontentarsi di aspettare qualche giorno in più. Però, alla fine, il nuovissimo numero estivo della meglio fanzine elettronica di giochi d’Italia (tze tze) é arrivato fresco fresco per essere letto da voi. E quindi anche questa volta vi proponiamo un menu ricchissimo di contenuti ludici succulenti e gustosi, a partire dal terzo (ci scusiamo per il refuso nel sommario) racconto classificato al XXII trofeo RiLL, per continuare con il capitolo finale della immensa campagna per D&D 3.5 Il Terrore e la Speranza, per concludere con una interessante intervista a Vanni Santoni che va un po’ oltre il successo della sua recente opera letteraria. Ma questi sono solo alcuni dei contenuti di questo numero, che trovate nel dettaglio qui sotto. Buona lettura e buona estate ludica a tutti!

– Prova di recupero (III classificato XXII trofeo RiLL);

– Il terrore e la speranza (campagna per D&D3.5/Midnight – 14^ pt.);

– Il Frantoio dei Sogni (avventura per L’Era di Zargo);

– Games WorkshAPP 2.0 (giocare GW su smartphone e tablet);

– Ai tempi in cui giocavo di ruolo (intervista a Vanni Santoni);

– Una fiacca corsa all’El Dorado (recensione del gioco da tavolo);

– Dal domino al Kingdomino (recensione del gioco da tavolo);

– King’s Pouch (recensione del gioco da tavolo);

– Heroes in Haiku 2017 (bando del nuovo concorso).

Il numero é scaricabile da qui -> AGdR_97 (577)

IsolottoGioca: in arrivo la 3^ edizione

FB_IMG_1498561766416Che stiate squagliandovi di caldo, afa e sudore in questo torrido inizio estate già lo sappiamo. Che riusciate a trovare un po’ di refrigerio con mezzi naturali o artificiali,  questo non ci é dato saperlo… Sicuramente sappiamo che oltre al corpo é necessario dare frescura anche alla mente, che quando si diverte e usa la fantasia é già sulla buona strada per un piccolo grande benessere. I fiorentini e i limitrofi questo weekend potranno approfittare anche dell’interessante evento che l’associazione Save the Meeple organizza un quel dell’Isolotto, ovvero la 3^ edizione di IsolottoGioca, presso la loro sede di via degli Aceri 1. Siete interessati? Andateci! Non siete interessati? Andateci e lo sarete senz’altro! Tutte le informazioni specifiche le trovate nell’evento Facebook qui. Buon divertimento!

Vecchi PDF: anno 1996, n°5

Anonima Gidierre n°5 – Gennaio/Febbraio 1996 La torrida estate 2017 é praticamente già arrivata e le vacanze sono ancora un miraggio o forse un’allucinazione data dal caldo. Nell’immobilità di questo periodo lento e pigro non ci rimane altro che consegnare nelle vostre mani una delle vecchie glorie di Anonima Gidierre per aggiungere una bandierina alle vostre conquiste. Si tratta dello storico n°5 che vide la luce (della fotocopiatrice) all’inizio del 1996, cioé oltre 21 anni fa e che già all’epoca forniva ai nostri lettori una ricchissima varietà di articoli: non mancavano le avventure e gli scenari, sia per giochi di ruolo che per regolamenti tridimensionali; si potevano leggere articoli di carattere storico che approfondivano aspetti solitamente molto cari anche al mondo dei giocarori; si parlava dei MUD (multi user dungeon), che in quel periodo stavano costruendo le fondamenta per l’intrattenimento elettronico al quale siamo abituati oggi. Vi state annoiando in queste giornate uggiose? Avete voglia di spunti e idee di gioco? Volete approfondire qualche argomento o rispolverarne di più datati per accrescere le vostre conoscenze? Scaricate, gente, scaricate qui!

Getalive: la puntata 9 è online

Getalive LocandinaI ragazzi di Getalive non perdono un colpo e tornano più agguerriti che mai con la nona divertentissima puntata della serie web sui giocatori di GrV. Non è possibile che ancora non conosciate questa serie e i suoi protagonisti, che hanno realizzato una vera e propria rivoluzione nel mondo dei giochi di settore coniugandoli perfettamente con il sempre più intenso fenomeno delle serie che si sviluppano online. Per approfondire il tutto potete leggere (se non l’avete già fatto) l’articolo sul numero 93 di Anonima Gidierre e, dopo aver recuperato tutte le vecchie puntate, godetevi la nona puntata qui. Buona visione!

Nasce FF&G: AGdR presente!

Manifesto FF&G webTroppe sigle in questo titolo? Troppo criptico per i vostri gusti? Non vi preoccupate, veniamo subito alle delucidazioni del caso. AGdR: non potete non conoscere la sigla della vostra webzine preferita, nonché la più longeva pubblicazione italiana su giochi e divertimento fantastico (NOI ^___^). FF&G: Florence Fun & Games, nuova manifestazione ludica fiorentina che riesce a vedere la luce dopo il buio che ha eclissato la nostra amata FirenzeGioca negli ultimi anni. Questo evento, che si terrà nel Quartiere San Donato (Novoli – FI) il 20 e 21 maggio prossimi, si occuperà di divertimento fantastico a 360°, dai fumetti ai giochi passando per i cosplay, il lego e la musica, e ovviamente Anonima Gidierre non poteva non essere presente. Ci troverete nel giorno di sabato 20 maggio con delle dimostrazioni di giochi di ruolo che hanno fatto la storia dell’editoria ludica, dal vecchio sapore ma dal grande divertimento. Questo in sintesi il nostro programma:

– 11:00 -> Alba di Cthulhu

– 11:00 -> D&D old

– 14:30 -> OG!

– 14:30 -> Il richiamo di Cthulhu

– 17:00 -> D&D 5^edizione

E tenete conto che il programma é in continua evoluzione e crescita, da consultarsi in qualsiasi momento al sito ufficiale della manifestazione: www.florencefunandgames.it

Vi aspettiamo il 20 e il 21 maggio e buon divertimento!

Anonima Gidierre n°96

Anonima Gidierre n°96 - Aprile/Giugno 2017 Ci scusiamo per il leggero ritardo: il ritardo per l’uscita di questo numero e anche il ritardo per gli auguri di Pasqua. Ma, oramai lo avrete imparato, portare avanti una pubblicazione con costanza e perseveranza per oltre 20 anni e solo per passione non é certo semplice. La primavera si fa sentire e anche preparare gli articoli all’ultimo minuto e cercare di tappare tutti i buchi non é certo semplice. Ma… in questo nuovo numero della vostra webzine preferita trovate finalmente un grande ritorno: Boardgames for Dummies, un inserto di 4 pagine che riprende la nostra folle tradizione delle guide per gli “storditi”, per coloro cioé (senza offesa) che con i giochi non ci masticano tanto e hanno bisogno di qualche spiegazione in più… Speriamo che per voi sia cosa gradita e speriamo che anche avere una sola avventura per GdR nel numero non sia un problema (certo che no!), visto che i contenuti sono comunque vari e corposi. Vi lasciamo quindi alla lettura e, perché no, alle prime passeggiate in queste magnifiche giornate di primavera.

– Gartu (II classificato XXII trofeo RiLL);

– Il terrore e la speranza (campagna per D&D3.5/Midnight – 13^ pt.);

– Play 2017 (reportage dalla fiera ludica);

– Boardgames for Dummies (inserto speciale);

– Il cuore verde di Thaonel (scenario per Battlesworn);

– Titania (recensione del GdR);

– 5 volte draghi e segrete (recensione di D&D 5^ edizione);

– Regolamento XXIII Trofeo RiLL.

Il download da qui -> AGdR_96 (396)

Prossimamente un grande ritorno…

bgdummies Vi dice niente questa immagine? Forse ai nostri più affezionati lettori risveglierà qualche ricordo e, speriamo, qualche sghignazzo dal fare goliardico. E infatti la tradizione (idiota) delle nostre guide “For Dummies” dedicate al mondo del gioco visto attraverso la nostra lente distorta continua con questo piccolo nuovo speciale. Questa volta si parla di giochi da tavolo e di come a volte sia veramente complicato spiegare a neofiti o nuovi giocatori un regolamento o un approccio ad un sistema diverso. Tutto questo come inserto di 4 pagine all’interno del n°96 di Anonima Gidierre, prossimamente su queste frequenze. Restate sintonizzati!!

Vecchi PDF: anno 1996, n°6

Anonima Gidierre n°6 – Marzo/Aprile 1996 “La preistoria dei giochi di ruolo” titolavamo in copertina esattamente 21 anni fa, quando nel Marzo/Aprile del 1996 il nuovo numero di Anonima Gidierre apriva con un articolo che già allora andava a scavare su quando e come i nostri giochi preferiti avevano visto la luce e si erano diffusi. Ma la cosa più strabiliante da analizzare con gli occhi di adesso é l’editoriale di allora, che festeggiava noi con noi per il nostro primo anno di vita, come se si trattasse di un traguardo inarrivabile. Avremmo mai pensato di farne altri 21 e di arrivare a sfiorare i 100 numeri pubblicati? Forse no… Forse era proprio da quella ingenuità e da quel candore che sono nate le basi per giungere fino ad adesso e che in effetti sono delle radici che tuttora ci sostengono e ci danno forza. Non ci rimane quindi altro se non tuffarci in questo numero di ricordi e di promesse di un tempo che fu, che anche oggi qualche sorriso e qualche batticuore possono senzaltro strapparlo. Buona lettura qui!